Il filo dell’eleganza “made in Sicily” nei gioielli di Paola Parrinello

Un filo da cui si dipana fascino ed eleganza. Un’arte che affonda le sue radici nella tradizione siciliana del ricamo. Una creatività tutta al femminile che si intreccia al fashion design donando al gioiello una raffinatezza davvero esclusiva. Poche battute per presentare Paola Parrinello, architetto, palermitana doc, designer.

Nelle sfilate di moda, che si sono svolte a Palermo, in cui la designer ha mostrato le sue collezioni, le modelle con i gioielli P&P Design di Paola Parrinello avanzano avvolte da candidi veli, superbe e austere nel loro incedere, zittiscono il pubblico, che viene attratto e sedotto dall’eleganza e dalla raffinata opulenza barocca delle creazioni, le vere protagoniste della scena.

Stregata anch’io dai suoi gioielli, autentici tesori d’arte barocca in tessuto e pietre, raffinati ed estremamente femminili, ho voluto intervistarla per far conoscere la sua arte, qui sul blog fashioncooking.it.

L’intervista, nel suo laboratorio, in via La Farina 13/A, nel centro di Palermo, dove incontro Paola, apre ai miei occhi uno scrigno di tesori che sanno di Sicilia, di tradizione e di innovazione.

Entrando, avverto subito una piacevole sensazione. Il mio sguardo viene catturato da colori oro e argento, da fili in tessuto, da aghi e mani che intessono pizzo e merletti, da un albero addobbato con mille orecchini appesi, da sfavillanti colori e pietre colorate.

Comincia così la mia intervista, qui riportata.

Quando e come è nata in te questa voglia di creare gioielli in tessuto? E quanta tradizione c’è nel fashion design dell’architetto Parrinello?

In realtà tutto è nato da poco. Dalla voglia di realizzare una mia collezione personale, dopo aver visto la collezione Primavera/Estate di Dolce & Gabbana 2013. In quel momento, ho pensato di far diventare il pizzo un gioiello, consapevole del fatto che lo sia già come tessuto nella tradizione del ricamo siciliano. Così ho chiesto ad amiche e parenti di farmi recapitare centrini ricamati al tombolo, macramè, pizzi e ho cominciato a dar forma ai miei disegni, con amido, perline e tutto ciò che occorreva. Le prime creazioni si sono così materializzate davanti ai miei occhi grazie alla mia innata manualità e fantasia. Dopo pochi mesi ho dato vita alla linea P&P Design di Paola Parrinello, registrando il marchio.

Quando hai presentato al pubblico le tue prime collezioni P&P Design?

Nell’estate del 2013. Ho presentato la linea in un defilé a Villa Igiea a Palermo. Nella collezione ho usato pizzo chiacchierino con filo laminato e cotone, pietre naturali e cristalli. In linea con le tendenze della stagione, i colori erano sgargianti con resine color pastello e fluorescenti.

Quanto sono preziosi i tuoi gioielli? E quale oggetto preferisci?

La preziosità non nasce dalla materia usata. Non c’è oro, né ci sono pietre preziose. Il lusso è dato dalla lavorazione artigianale, dal fatto a mano, dalla meticolosa e certosina arte con cui si usano ago e filo, eredità quest’ultima che ci viene tramandata dalla tradizione del ricamo. Questo rende prezioso il gioiello. In particolare, per me, identificato nell’accessorio “orecchino”, il gioiello per antonomasia. Tutto per me nasce da un orecchino da creare, che in seguito può divenire ciondolo, anello, collana. Trovo che non dovrebbe mai mancare nel look di una donna.

La donna che indossa, anzi veste, i tuoi gioielli, che tipo di donna è?

Estremamente raffinata, una dea capace di evocare l’idea sublime della vestale dell’Antica Roma; una donna che sia femminile, sempre e in ogni situazione, casual oppure elegante. Nel primo caso, anche con un paio di jeans e una canotta, potrebbe indossare unna coppia di orecchini in stile barocco. Nel secondo caso, su un abito elegante, in un look chic, preferirei indossasse un unico orecchino dalla macro forma.

Cosa riserva la collezione Autunno/Inverno 2013 2014?

Nella nuova collezione, che ho presentato all’evento Arezzo Gold Italy, ho usato i cammei in conchiglia e agata; il primo dei due è di colore bianco su una base beige, il secondo è più pregiato ed è usato nei colori pastello del verde e del rosa. Tra i colori adoperati anche nero e blu cobalto. In questa collezione, vi è pure un’anticipazione della prossima con l’uso della ceramica calatina.

Si avvicina Natale, un gioiello P&P design sarebbe il regalo perfetto per molte donne. Dove si possono acquistare i tuoi gioielli?

A Palermo da Maxél, a Piazza Castelnuovo. Poi presso varie gioiellerie in Sicilia. Tutti i dettagli si possono trovare sul mio sito www.gioiellipepdesign.it. Il mio laboratorio si trova in via La Farina 13/a, dove è possibile fissare un appuntamento per vedere le nuove collezioni.

Quali sono i tuoi progetti per il futuro? Estenderai ad altri settori merceologici la tua creatività?

Non faccio progetti. Preferisco lasciare che le cose accadano. Ho collaborato per realizzare veli e abiti da spose ed ho accessoriato borse in cuoio. In futuro se nasceranno sinergie con partner da cui poter essere supportata, allora potrei estendere il mio ambito. Chissà.

Termina con un augurio per il futuro, la mia intervista a Paola Parrinello. E con un regalo inatteso e piacevole. Indovinate cosa? Non lo svelo. Sappiate però che sono stata messa in crisi da una difficilissima scelta!

Ed ecco le foto del racconto di questa intervista dal fashion made in Sicily.

www.fabiofioritofotografia.it

Latest Comments
  1. daniela spagnolo
    • Francesca Landolina

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *