A Ragusa impazza la voglia di turismo rurale

C’è un nuovo modo di fare turismo in Sicilia. Mare, spiagge e paesaggi non bastano più. Soprattutto se si ha la possibilità di trovarsi in una delle zone più belle dell’isola, come quella della provincia di Ragusa. Lì c’è tanto da scoprire e i turisti hanno voglia di esplorare. Da questa premessa prende il via il “Percorso delle Torri e delle Primizie”, un progetto ideato dall’associazione culturale Glocal che comprende complessivamente otto itinerari per scoprire il territorio in modo nuovo e divertente.

Grazie all’iniziativa l’intera area di riferimento tra i comuni di Santa Croce Camerina, Scicli, Modica, Ispica, Pozzallo e San Cataldo può essere conosciuta anche attraverso sapori, odori e varie primizie. “Il percorso delle Tre Torri”, per esempio, prevede un circuito ad anello di circa 7 Km, percorribile in mountain bike o con le bighe elettriche. Si parte dalla Torre del Bracello in località punta Braccetto per giungere a Torre di Mezzo e infine a Torre Scalambri nella località di Punta Secca, uno dei set cinematografici della serie “Il Commissario Montalbano”. Ma il progetto non si ferma qui. Permette anche di esplorare gli odori della Contea nel territorio di Modica e Scicli, attraverso alcune tappe lungo le splendide produzioni vivaistiche della zona, consentendo ai turisti di assaporare il miele locale, le prelibatezze dolciarie più tipiche, o di fare una passeggiata lungo i filari di erbe aromatiche di alcune aziende. Non manca neppure il percorso dedicato al latte, di asina in particolare, presso l’azienda agricola Petrolo tra le campagne di Scicli e Ragusa.

Il Percorso non sarebbe dunque la semplice visita toccata e fuga per il turista, ma una conoscenza profonda del territorio. Permette di entrare nelle aziende per assistere alla produzione di vari prodotti tra cui il formaggio, la ricotta, il miele, le primizie.

“La nostra fase progettuale e di promozione – afferma il presidente dell’associazione Cannì – volge al termine ma ci attende un altro appuntamento importante con i nostri partner e con gli operatori turistici interessati ad esplorare i vari itinerari del progetto che già hanno riscosso tantissimo successo quali “Archeo Bike-Archeo Bighe”, “Gli odori della Contea”, “Agri Bike-Agri Biga”, “Le vie del latte”, “Il percorso delle tre torri”(Torre Vigliena, Torre di Mezzo e Torre Scalambri), “Trekking a Cava d’Ispica”, questo anche con la collaborazione delle guide ambientalistiche specializzate“. L’intento, infatti, è quello di portare i turisti in luoghi insoliti o ancora oggi sconosciuti ai più e farli incontrare con i produttori locali. I percorsi di turismo rurale hanno unito quindi il classico al nuovo, ovvero il barocco agli ambienti rurali. Le escursioni si effettuano tutti i giorni. Si parte alle ore 9,30 del mattino e si termina alle ore 15,30.

Per info www.percorsitorrieprimizie.it

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *